Ok. Il mio montaggio non e’ di certo da professionisti alla Casey Neistat (Youtuber americano che io adoro!) e la mia dizione – anche lei – evidenzia sempre ampi margini di miglioramento.

Ma che vi devo dire, sara’ il nuovo libro – #BIGMAGIC – della #Gilbert che sto leggendo da qualche giorno, sara’ che mi ero un po’ stufata di rimandare sempre ad un ‘poi’ indefinito: che … eccomi qui! Con online il mio primo VLOG 🙂

Nel saggio in questione, come scrivevo poco fa su Facebook, la scrittrice (che molti di voi conosceranno come autrice di Eat Pray Love – decisamente piu’ bello il libro del film – cosi’ pieno di stereotipi!) vengono analizzati in modo lucido e brillante le motivazioni che frenano la nostra creativita’.

Ecco, pare che le persone che – piu’ di tutte – cospirano contro le nostre aspirazioni siano… indovinate? Ecco, SI: proprio noi stessi. E la terribile paura di fallire. Di non essere all’altezza. Di commettere errori.

Ora, confesso che la cosa mi ha stupito poco, dato che gia’ da un po’ ho imparato a riconoscere la mia vena auto-distruttiva. Pero’, quello che invece mi stimola molto, e’ proprio vedere come esistano delle tecniche pratiche per assecondare e sviluppare la propria creativita’.

Una fra tutte, molto personale, e’ domandarsi quali sono le possibili conseguenze di un eventuale nostro fallimento. E se non valga comunque la pena di provare…

Ora, mi piacerebbe dirvi che – di VLOG – ne faro’ uno al giorno, ma e’ evidente che avendo tantissimi impegni durante la settimana… sicuramente non ci riusciro’.

Mi piacerebbe darmi come obiettivo, almeno uno a settimana 🙂

A voi, quindi, la nostra prima passeggiata insieme. In uno dei quartieri di Roma, che piu’ amo.

Il Ghetto Ebraico.

Buona visione