Quando, circa dieci giorni fa, all’amministratrice arpia del nostro condominio abbiamo presentato – come lettura dell’acqua – quella del contatore gas … ho intuito che avevamo bisogno di prenderci una pausa!

Week end in Toscana 015

E’ un po’ come stare su una ruota panoramica.

A tratti entusiasmante e vivace, a tratti meno. Come se il mondo – filtrato da vetri opachi – si accendesse e spegnesse a seconda dell’altezza e delle nuvole, della profondità e della luce che attraverso ne filtra.

Non deve essere facile, vivere dentro la mia testa. Cosi’ confusa, in effetti, in questo periodo convulso.

Week end in Toscana 007

La premessa è che adoro i cambiamenti.

Davvero.

Il punto è che devono essere VERI.

Di quelli che NON si subiscono (mica so scema eeeh!), ma che si scelgono liberamente. E che nascono da esigenze reali e, soprattutto, tutte MIE. Anzi nostre. MIE e del mio amato THE DUX.

E se mi guardo dentro, senza filtri, credo fermamente che sia giunto per me proprio quel momento lì. Di provare a capire.

Di non lasciarmi trasportare dagli eventi, ma di provare ad essere io il deus-ex-machina di ciò che mi accade. Di analizzare le opzioni e di mettere sul tavolo, con estrema chiarezza, le mie esigenze.

Week end in Toscana 016

Quale strada seguire? Cosa dire? Quale la cosa più giusta? Quali i metodi per ottenerla? E quali le reali priorità? Cosa mi rende veramente felice e orgogliosa?

Sono tutte domande che mi pongo da sempre. E alle quali, tutt’ora, non sono riuscita a dare delle risposte concrete e razionalmente accettabili. Perché di fatto, la vita non è fatta di assiomi. Ma di compromessi che ci consentono di vivere meglio possibile, cosa che di solito NON coincide con il concetto di “meglio” in senso assoluto.

Week end in Toscana 006Cosi’, reduce da pippe mentali che levateve settimane fumose e confuse (per me) e impegnative (per il Dux), senza pensarci troppo, abbiamo deciso di scappare via dalla città.

Credo che tra il “Sai vorrei tanto part…” e la prima transazione eseguita per una prenotazione … siano passati meno di 5 minuti.

Perchè in certi momenti, credo, non ci sia niente di meglio che perdersi. In mezzo alle cose semplici, che ti riportano con i piedi per terra. All’essenziale. E ti fanno focalizzare sulle cose veramente importanti. Su quelle che sono semplicemente “Priorita’”.

Come quel calice di vino rosso in una cantina della Val Norcia, che “FA” il tuo giorno (nel senso di “it made my day”: intraducibile). O al caldo intenso dell’acqua termale che sembra metterti in pace col mondo, oltre che con il corpo.

Week end in Toscana 008C’è natura incantata, in cui si vede la sapiente cura della mano dell’uomo. Che, per una volta – UNA – non ha sfruttato, ma ha esaltato. Bellezza. Colori e Prodotti unici.

C’è buon cibo (tanto buono), borghi incantevoli e parti di territorio che sono grandi, immensi vitigni.

Viti robuste che guardano, pazientemente, il cielo e il passare delle stagioni e che sembrano sussurrarti quante cose preziose possono nascere dalla terra.

Ci sono pochi, pochissimi luoghi che amo al mondo quando la Toscana.

Le sue RADICI.

E le sue dolci, poetiche e melancoliche colline.

Dove il tempo, la cultura e i pensieri piu’ profondi sembrano essersi fermati.

Week end in Toscana 009

Quelle strade che si accartocciano lungo percorsi fatti di campagna verde acido. E indescrivibili viali, incorniciati da cipressi che sembrano toccare il cielo con le loro sottili punte.

In quelle mille e una sfumatura che ricordano vagamente la campagna inglese, ma con quelle note di eleganza e raffinatezza che, un tempo, hanno fatto grande il nostro paese. E di cui spesso ci dimentichiamo.

Inesorabilmente.

Come se la memoria lasciasse il posto alla prepotente e insopportabile decadenza dei tempi moderni (cosi’ visibile, soprattutto nelle grandi citta’ come Roma, ad esempio).Week end in Toscana 010

Camminando per le stradine di Siena ho fotografato fiori in gabbia.

E che incredibile assonanza con gli attesissimi week end che – spesso – scandiscono la vita vera con quella della schiacciante routine.
Week end in Toscana 011 Ho immortalato palazzi antichi e altissimi che sembrano raccontarti persone. E storie. E voci. E urla.

Che chiudendo gli occhi, si sente ancora il passo costante e veloce dei cavalli medievali. E poi, lievemente sussurrata, quella immortale poetica che parla del grande rinascimento.

Week end in Toscana 012 Le vie sono strette a Siena e sembrano quasi abbracciarti. Ti spingono a camminare. A scoprire angoli nuovi. Alla ricerca di quel pezzo di marmo lucente. Che e’ dorato, anzi no verde. Ma che dico … rosa.

Che e’ tutti i colori del mondo.

Week end in Toscana 003Week end in Toscana 013 A Siena ho anche visitato il bar della famiglia Nannini. Si, proprio lei.

E che ve lo sareste fatto scappare voi?

E’ qui che ha mosso  i suoi primi passi la mitica Gianna Nannini.

E che voglia avevo di urlare “molti mari e fiumi attraverserei… volerò tra i fulmini per avertiiiiiii … meravigliosa creatura sei sola al mondo, meravigliosa paura di averti accanto” lalalalla…

Si, la amo.Week end in Toscana 014Week end in Toscana 017

Da Siena abbiamo poi percorso la meravigliosa via Le CRETE. Che riassume perfettamente lo spirito del territorio toscano. Così perfetto, delicato. Unico.Week end in Toscana 004

Circa 20 Km di meraviglia. Tra casali. Piccoli stagni. E stradine a collegare colline morbide.
Week end in Toscana 030La zona di Le Crete e’ particolarmente famosa per i tartufi. Grandi, pregiati e profumatissimi. Ah ed evidentemente belli da fotografare.

Eravamo io e ‘sti quattro squinternati giapponesi di fronte a sta vetrina.

Week end in Toscana 029

L’aspetto culinario in Toscana è generalmente determinante.

Concedersi un piatto di pici (o pinci, non ho mica capito bene) all’aglione e un bicchiere di brunello di Montalcino, soprattutto quando si è li, è un obbligo più che una opzione.

Week end in Toscana 028 Week end in Toscana 027 Week end in Toscana 026 Week end in Toscana 025 Week end in Toscana 024 Week end in Toscana 021 Week end in Toscana 022

La nostra prima tappa in questo week end toscano, benche’ non vi sia alcuna foto, e’ stata Chianciano per poterci regalare le sue Terme Sensoriali. Un concentrato di tre ore di R E L A X totale. Che ti rimette al mondo. Ma sulla strada che collega Montalcino a Chiusi (punto di accesso alla Firenze – Roma, per la via di rientro), siamo passati per Bagno Vignoni, sede di terme naturali che bisogna assolutamente provare (according to the locals).

Week end in Toscana 023

INFORMAZIONI UTILI

Le tappe del nostro percorso sono state – quindi: CHIANCIANO TERME, SIENA (con pernottamento), LE CRETE, MONTALCINO e BAGNO VIGNONI.

Costi sostenuti a persona: 35eu affitto macchina (FIAT 500) + 15eu ostello Siena (stanza dobbia con bagno PULITISSIMO condiviso) + 50 eu (cena a Siena + pranzo a Montalcino) + 45eu terme sensoriali + 30eu di benziana

Week end in Toscana 020  Week end in Toscana 018

In Toscana ci sono stata, tante, tantissime volte. E ci tornerei altrettante.

Spero sia venuta anche a voi la voglia di esplorare questa terra bellissima.