autunno

Da piccola non mi piaceva neppure un pò.

Segnava la fine dell’estate. Del lino bianco sulla pelle abbronzata e morbida di sole. Era la fine dei capelli lunghissimi e bagnati sul motorino e di quelle giornate lunghe e rosse che profumavano di mare e di speranze.

Era il tornare sui banchi di scuola. A quei minuscoli doveri giornalieri.

Da qualche anno invece, non so poi esattamente perché, inizia a piacermi.

Saranno gli alberi che si colorano timidamente di arancione caldo e intenso. Sarà quell’aria rigida del mattino che si riscalda lentamente con le prime luci del sole. I primi maglioni cozy, indossati quando casa si raffredda con la prima pioggia, perdendo quell’inconfondibile tepore estivo. Sarà il piacere tutto casalingo delle tisane calde, come una coccola prima di andare a letto. O il piacere di stringersi tra coperte calde e accoglienti.

L’Autunno: la piccola porta dell’inverno. Preludio di quelle inconfondibili lucine natalizie che colorano e riscaldano strade piene di vita.

La meravigliosa atmosfera del Christmas-time che inzia a diffondersi in città.

Si, l’Autunno mi piace.

E questa è la lista delle cose che vorrei fare prima che questa stagione veloce finisca:

  • Raccogliere foglie a forma di cuore in uno dei bellissimi parchi di Londra
  • Comprare e indossare un maglione con le alci in stile bridget jones (seconda puntata)
  • Andare in giro in bici per le vie strette e lunghe di roma e sentire il mio naso che comincia a congelarsi
  • Bere tazze di tea caldo alla cannella, accompagnate da pasticcini al cioccolato graziosamente posti sulla mia nuova alzatina (rosa e turchese di #Tiger)  *__*
  • Mangiare caldarroste fumanti per le vie del centro la domenica pomeriggio, quando il sole è andato via e comincia ad essere freddo
  • Godere del caldo appiccicoso del tram rientrando a casa dopo una lunga giornata di lavoro
  • Riempire casa di piccole candele alla vaniglia
  • Leggere libri tra il calore delle coperte, prima di dormire
  • Bere cioccolata calda e superare con serenità il senso di colpa da grasso saturo
  • Restare a casa una domenica pomeriggio e guardare un film da happy end
  • Comprare un nuovo addobbo natalizio, anzi due: uno a Roma e uno a Londra
  • Scrivere un pomeriggio intero dal Bar Necci, in una giornata uggiosa, sbirciando la gende che passa fuori
  • Fotografare i palazzi di Piazza Mattei e dintorni che in questa stagione si colorano di oro
  • Aspettare Natale