Immagine

Taiwan, 5 Ottobre 2013

Siamo a Taiwan da 3 giorni. E su questo non ci piove.

Anzi, un po’ si, dato che siamo tutti in trepida attesa di un tifone che dovrebbe arrivare – da un momento all’altro – proprio sulle nostre teste.

Fortunelli!

Sono stati 3 giorni di completo relax. Siamo dei backpackers in momentanea pausa di riflessione.

Non stiamo girando per ostelli.

Non ci spostiamo ogni giorno con i nostri zaini.

Non dobbiamo organizzare cosa sarà di noi il giorno successivo.

Ci sono persone che si stanno prendendo cura di noi.

Thanks GOD!

Siamo ospiti di una fantastica famiglia taiwanese. Di quelle vere eh.

Di quelle che hanno tutti gli occhi a mandorla senza occhiaie (che pure se c’hanno 50 anni, dimostrano qualcosa che si aggira tra i 25 e i 35). Che mangiano solo con le bacchette e non sanno cosa siano i coltelli. Che ci danno dentro di ravioli al vapore, noodles per colazione e pollo fritto.

E che stasera, per dire, faranno una cerimoniosa preparazione di circa 200 dumpling solo per noi. Per sedurci con il profumo delle loro tradizioni.

Non mi sembra di essere in una metropoli Asiatica.

Ho come l’impressione di essere ospite di una famigliola che vive in un paesino tranquillo vicino le montagne. Dove tutti si conoscono.

La gente e’ curiosa di me. E io lo sono di loro.

Per strada incrocio sguardi sorridenti.

Che vorrebbero parlarmi. Capire chi sono. Perche’ mi trovo qui.

E per me, che vengo dal paradiso dell’Indifferenza, dove la gente odia i contatti, legge il suo libro per evitare parole e tiene generalmente gli occhi bassi anche in metro – per evitare di incrociare gli altrui occhi … be’ direi che e’ assolutamente un’esperienza nuova.

E io mi sento perdutamente innamorata.

Si, innamorata!

Voi come chiamereste la sensazione di farfalle allo stomaco?

Non riesco neppure a mangiare.

Cambiare di continuo paese, citta’, culture, lingue, tradizioni e aeroporti mi fa entrare in un’altra dimensione.

Viaggiare non e’ come mangiare. Non ti sazia mai. Anzi, piu’ lo fai … piu’ vorresti farlo.

E’ una malattia di cui ci si ammala facilmente e con grande gioia. Per la quale non esistono ne’ antidodi, ne’ rimedi.

Non si viaggia per piacere, ma per bisogno.

Perche’ esistono poche emozioni forti come quella di arrivare in un posto tutto nuovo da esplorare.

E’ la stessa sensazione che si prova toccando la tazzina calda al bar. Quando l’inebriante profumo del caffe’ fumante ti entra dentro dalle narici … trasponrtandoti in quello stato di grazia prima ancora di bere la sostanza marrone.

Oddio, credo mi manchi moltissimo un bel caffe’ fumante!

Vorrei che queste emozioni dure e graffianti non finissero mai.

Sono perfino innamorata di questa stanza dalle tende a fiori (che non comprerei mai) che richiamano le coperte del mio letto.

Ci hanno riservato un’accoglienza perfetta. Hanno organizzato questi 12 giorni nei minimi dettagli … che io non avrei saputo fare di meglio.

Accomodation, biglietti dei treni, spostamenti, cene, colazioni, tradizioni, terme..

In questi giorni non ho fatto altro che dire “Grazie mille!” 

A persone meravigliose, che ho potuto conoscere solo grazie alla mia permanenza in Australia.

Persone che mi stanno facendo sentire a casa. E che nonostante la distanza geografica sento vicinissime a me.

Louise, la mia “mamma” australiana, mi diceva sempre che lei ama viaggiare non tanto per i posti … ma per le persone che riesce ad intercettare in giro per il mondo.

E se penso che Lei, proprio adesso, si trova in Italia e tra qualche giorno incontrerà la mia famiglia … mentre io sono in Asia, ospite di Derrick, best friend Taiwanese incontrato a Brissie, penso che la vita può essere veramente molto interessante!

Se lo vogliamo davvero. Se ci crediamo. Se ci impegniamo a renderla bella.

Perche’ le cose belle non sono mai troppo casuali.

La felicita’ e’ niente di più che una buona e saggia decisione.

******

I arrived in Taiwan 3 days ago. You’re as right as rain.

In fact, we are waiting for a typhon that should be above our heads in a very short term.

Very cool indeed!

Anyway, we have spent 3 days completely chilling out.

No backpacking for a while.

No looking for new hostels.

No carrying our 20-kg backpacks.

Thanks God!

We are being hosted by a marvellous taiwanese family. Yes, a real family “ with almond eyes” who uses only chopsticks and knuckles down with the dumplings, noodles and fried chicken for breaky.

And more than anything, this evening they are going to teach us the tradition preparation of Taiwanese dumplings (at least something like 200 of them). They certainly will seduce us with the perfume of their ancient tradition cuisine.

It doesn’t seem to be in an Asian large city. I have the impression to be hosted in a calm and peaceful village nearby the mountains where everyone knows each others. Folks are really curious about foreigners. And it is the same for me. I come across their smiling looks. I feel they would desire to stop to talk to me and understand the why I am here. even if they don’t know English and I can’t speak Mandarin, of course.

It is a new experience for person like me coming from “the paradise of indifference” where most of people struggles to avoid as much as they can the contact with strangers.

And just for us. That’ll be awesome. Yes, it will.

And I have already fallen head over heels for it.

Decidedly fallen in love! I can feel the butterflies in my stomach!

Flipping through countries, cities, cultures, languages, traditions and airports make me feel like in another dimension.

To travel is not like eating. You never satiate yourself! The more you travel the more you want to travel.

It is a sort of “joyful illness” without possible antidotes or cure.

You do not travel for pleasure but for need.

Being in a new place is always a strong and deep emotion.

I have the same emotional impression when I smell the exciting perfume of steaming coffe in an Italian cafe’.

Oh my god, I firmly believe I miss that steaming coffe too!

I wish that those irresistible emotions never ended.

I love these flower curtains I can see in my room where I am writing.

They have welcomed us in an oustanding way. We are sincerely touched for this indeed.

They have sorted out these 12 days in this extraordinary country as if we were the ambassadors of  the their most important ally.

These days I have not stopped saying “Thanks a milion”.

Once Lousie, my Aussie “mum” said to us “I love travelling not really for sightseeings.. but for meeting her friends around the world”.And thinking of her, right now, she is in Rome sipping an awesome wine with the Dux’s brother. And also, in a week she will be staying with my family while we are hosted by Derrick, our best Taiwanese friend met in Brissie. I think the life can be truly very interesting! Only if we want to. If we profoundly believe in it. If we put effort in this direction. We will succeed. (At least I hope so…)

Immagine

Taiwan, come moltissimi altri posti in Asia, e’ famosissima per il cibo.

E’ facile ritrovare Influenze Giapponesi, Cinesi e perfino Occidentali nei loro cibi.

Famosissimi  e buonissimi i dessert.

Nella foto, oltre al tea tradizionale, anche la famosa “Boston Cake” – torta al cioccolato. Nata dalla voglia di questo popolo di creare una torta adatta ai gusti americani, supporto militare durante la terribile guerra civile.

*******

Taiwan is very well-known for food. You can find Asian contamination among the Asian countries (such as Japan, China, Hong Kong, Singapore and so on) and also, American (“Boston cake”).  This last is due to the presence of US Army as consequence of World War II.

Immagine

A Taipei i biglietti del bus sembrano dei ferma libri con delle scritte in mandarino.

Non si comprano.

O meglio tu paghi il biglietto, ma prima di scendere dal bus, devi riconsegnare il tuo ticket plastificato. Pensate al risparmio economico e a quanta cartaccia/plastica in meno da smaltire.

Tra l’atro per pagare, vanno inseriti i soldi all’interno di un contenitore (una specie di salvadanaio trasparente), senza che nessuno controlli se effettivante l’importo pagato e’ uguale a quello dovuto.

“E’ una questione di fiducia” – ha risposto Derrick alla mia faccia perplessa “Qui la gente non imbroglia”.

La chiamano civiltà…

*******

In Taiwn you cannot get public transport tickets. In other words, you pay the fees but before getting off, you must give back your own ticket. You think about the effect on production cost and on pollution.

And what is more, when you pay the ticket to the bus driver you insert your coins into the moneybox. And no one can check your amount.

“It is faith” – Derrick said to us in front of our astonished faces. “Here people do not cheat”.

That is civilization…don’t you think?

Immagine

La metropolitane asiatiche si sa … sono perfette! Non e’ una novità … anche Singapore e Hong Kong sono così belle e pulite.

*******

Asian metros are practically perfect! This is not a news. It is the same for Singapore, Hong Kong.

Immagine

Ecco, c’e’ solo un piccolissimo dettaglio. E’ tutto scritto in mandarino: se non parli cinese e se non hai la fortuna di beccare qualcuno che parla in inglese (e non sono moltissimi) … sei nella merda 🙂

La foto e’ stata scattata in Taipei, ieri. In pausa pranzo.

*******

There is a tyny detail. Every thing is written in mandarin. If you don’t speak chinese or if you don’t come across an English speaker, you are seriously in trouble. The picture has been shot in Taipei yesterday.

Immagine

In oriente ci sono tante cose che affascinano gli occhi opacizzati di una occidentale cresciuta a botte di “Ally Mc Beal” e “Sex & the City” … i colori, i tempi, i cibi, la rivisitazione tutta asiatica del “vestiamoci a cipolla” … ma c’e’ ne e’ una su tutte: i bimbi!

Ok, magari crescendo non diventano Ricky Martin o Orlando Bloom, ma i piccoletti made in Asia sono bellissimi!! 

Sara’ che il mio Moccy era mezzo indiano … ma ho un debole per quegli occhietti e quei musetti piccoli e rossi che contrastano con il colore scuro dei loro capelli!

*******

But above all, there are things that attract our opaque minds force-fed with  “Ally Mc Beal” and “Sex & the City”… the colors, food and the Asian way of wearing several layers of clothing but the best one are surely the kidsKids born in Asia are so cute!!!!

Immagine

Da queste parti anche un hotel può trasformarsi in un incredibile tempio!

Il rosso e il dorato sono i colori dell’oriente. Senza dubbio.

E’ come se qui fosse sempre Natale. Oddio credo mi manchi anche quello! E’ che l’anno scorso l’ho praticamente saltato, presa dagli impegni del pre-partenza. E comunque farlo in ciabatte e con 30 gradi non e’ la stessa cosa!

*******

Here an hotel can turn into an incredible temple! The red and the golden are the Orient color. No doubt. It is like if it was always Christmas time. Oh my god, I reckon I miss Christmas as well! And also, last year I was so busy for arranging my trip. However, I have to admit that spending it with flip-flops and 30 degrees is not the same things!

SYD_7119

Vicino ai mercati notturni le strade si illuminano. Le Insegne luminose ti parlano lingue che tu non conosci. Ma nonostante tutto, attirano i tuoi sguardi, a tal punto che qualcuno la Nikon dovrebbe levartela dalle mani.

*******

Night markets light the roads. They speak a language you don’t know. Regardless, I cannot stop gazing at these and no one is able to put our Nikon camera off.

SYD_7128

Chi mi conosce lo sa. Io amo la frutta. E qui di cento non ho difficoltà a trovarla …

La frutta tropicale – provare per credere – ha un sapore diverso. Più succosa, più zuccherina.

Da soddisfazione. Al palato, ma anche alla vista … avete mai visto il colore di un Dragon Fruit appena aperto?

*******

Many people knows I love fruit. And here it is so easy to get it…Tropical fruit – the proof of the pudding is in the eating – has a different taste. More pulpy and sugary. Never seen such a bright color as a Dragon fruit just opened.

SYD_7137

Ogni viaggio che si rispetti passa dalla gola. Non puoi dire di aver veramente visitato un posto se non ne hai assaggiato la cucina. In foto io, Mei e Derrick stavamo mangiando una frittata di ostriche, ricoperta da una salsa di chili. Deliziosa.

*******

Traveling is also the tasting of cuisine. Mei, Derrick (friends of mine) and I were eating fried oysters omelette with chili sauce on top. Delicious.

SYD_7139

Non sono una grande amante del Tofu … per me non profuma … puzza!

Ma devo ammettere che grigliato non e’ affatto male!

Anche qui, provare per credere.

*******

I am not keen on tofu … it stinks indeed! But I have to admit that roasted it is not bad! The proof of the pudding is in the eating.

SYD_7149

Che non si dica che a Taiwan non si trova il buon pesce. Seppie e calamari? Quanti ne vuoi baby.

Sono le bancarelle del mercato notturno, la vera attrazione di Taipei.

*******

Do you fancy eating fantastic fish? Baby, you can find it as much as you want to! The stalls of night markets are the real attraction in Taipei.

SYD_7154Il pollo fritto e’ una tra le ricette migliori made in Taiwan. Oltre al sale e pepe, dopo la cottura viene aggiunta la cannella… il tutto attribuisce all’ex volatile un sapore incredibile!

E no, non sono vegetariana! Sorry…

*******

The fried chicken is one of the best recipe made in Taiwan. In addition to salt and pepper, after cooking they add cinnamon… The taste is awesome!

And no way, I am not vegetarian! Sorry…

SYD_7161

Ma dopo tutti questi sapori targati Sol Levante… la vera rivoluzione e’ cominciare la giornata con caffellatte e sapori dolci!

Levatemi tutto ma non la mia colazione tradizionale, altrimenti mordo!!

*******

After having tasted all Taiwanese flavour … the real revolution is to begin with caffelatte and cakes! Remove all things apart from my traditional breaky…

1380717_10202262122414147_1144674819_n

Ecco alcuni esemplari di manzo italico” e “manzo taiwanese” … a voi la scelta 🙂

E che non si dica che Taiwan e’ parte della Cina!!

Perche’ veramente non lo e’ manco un po’ …

*******

Here you can watch sample of  “Italian style” and “Taiwanese style” … you can choose! 

And please, never say “Taiwan is part of China”!!

Actually that’s no true whatsoever …

Goodmorning world 

Kisses

Antonia

PS: la pioggia fuori mi dice che il tifone e’ arrivato … buone terme a me allora !! (unfortunately, typhoon is definitely arrived)