Immagine

Brisbane, 17 Agosto 2013

Secondo voi, come ho trascorso oggi la meta’ delle 10 ore e mezza di lavoro che mi pesano sul groppone?

Ma chiaro, partecipando all’intensa quanto faticosa attivita’ di “CERCHIAMO LA SOSTITUTA DI ANTONIA PRIMA DI SABATO PROSSIMO” (che altrimenti Mamma Moccy e’ nella merda!).

Altro che Management Consulting o Telecomunication Company … io la “Risorsa (dis)umana” l’ho fatta nella società a delinquere “MOCCY’S FAMILY SPA”.

“Antonia ho bisogno di te per valutare le candidate!” – esordiva la MOM stamattina.

Che tradotto significa “Se prendo una sola, almeno non dovro’ incazzarmi solo con me stessa! Ma avrò una valvola di sfogo!”

Devo dire che, stranamente, ho trovato una MOM super organizzata.

Agenda degli incontri pianificata. Senza alcun appuntamento sovrapposto … una specie di miracolo!

Elenco delle domande da fare? Redatto.

Certo con una discutibile qualita’ dei quesiti … che mi ha lasciato a tratti un po’ perplessa.

Ma alla fine, che vuoi chiedere ai candidati per la job vacancy  di “Nanny”?

  1. Ti piacciono i Bambini? Mom, ma che ti potranno mai rispondere?? Se non un banale quanto ovvio “Si li adoro” ?  Anche se molto probabilmente fino ad un minuto prima cio’ che un baby avra’ potuto suscitare in loro e’ – nella migliore delle ipotesi – indifferenza – nella peggiore – repulsione
  2. Quanto tempo hai pianificato di rimanere a Brisbane? Il piu’ a lungo possibile ti diranno …cosa altrimenti?
  3. Ti piace cucinare? Saresti disposta a preparare la cena qualche volta? Mommy, se ho cucinato io … puo’ farlo chiunque! Anche tu …pensa!
  4. Sei una persona flessibile? Domanda inqualificabile! Possiamo dirlo? Giuro che la prossima volta che la faranno a me … daro’ una risposta “creativa”. E non vado oltre …
  5. PROVA PRATICA: prendi in braccio MOCCY. No comment. Lo fece anche con me, quando la polpetta aveva 3 mesi scarsi… e io volevo morire. Ricordo che il mio unico pensiero fu: “Mo speriamo che non attacca pure a piangere!!! Altrimenti so cazzi. Che faccio??”

CANDIDATA 1: L’ASIATICA

Paese di Provenienza: South Korea

Segni particolari: Capelli biondo platino

Io di asiatiche ne ho viste in tutte le salse. Rosce. Mesciate. Con la permanente. Con il castano “Europa dell’est” che tira tanto, con le parigine, con pantaloncini ascellari, con le doppie trecce, vestite da manga … ma, platinate no. Mai.

Che poi, care amiche con gli occhi a mandorla. Voi mediamente avete un gran culo. Siete naturalmente eleganti. Che incipriate e con un bel rossetto rosso potreste essere un perfetto manichino di Valentino. Avete la bellezza eterea di una bambola. Che noi burrose occidentali ce la sogniamo solo! 

Che motivo c’e’ di truccarvi di nero le palpebre e imparruccarvi di giallo? No perche’ sappiate che nella testa distorta di una mamma tedesca alla ricerca di una babysitter per il suo “core+de+mamma” … il passaggio logico dal locale chic di Shanghai al quartiere a luci rosse di Bangkok avviene in un attimo eh!

Mom: “Non mi convince per niente! Hai visto di che colore ha i capelli. E poi dicono che gli orientali si addormentano. Mica posso lasciare Moccy con qualcuno che soffre di narcolessia”

Si, li chiamano stereotipi!!

Io: “Be’ dai e’ caruccia. Non e’ male. E poi ha un inglese perfetto. No?”

Mom: “Ma hai visto lo smalto che ha alle unghie? Ma che colore e’?

Io: “Mom ma hai visto il mio di smalto? In questi mesi il colore piu’ sobrio che ho indossato e’ l’arancio fluo!”

Risultato: SCARTATA (PER TACITO PREGIUDIZIO)

CANDIDATA 2: LA GIOVANE AUSTRALIANA

Paese di Provenienza: Brisbane, Australia

Segni particolari: Giovane, bionda, aitante, culo sodo, gnocca.

Mom: “E’ veramente carina e gentile, vero?”

Io: “Si veramente ben educata. Mi piace!”

Mom: “Poi hai visto che non ha per nulla l’accento “Aussie-mates” (credo intendesse “sguaiato”)?”

Io: “Mom, e’ vero … e’ perfetta… gentile, carina con il baby, disponibile … ma l’hai vista pero’?”

Mom: SILENZIO

Risultato: SCARTATA

Sottotitoli: MAI METTERTI IN CASA UNA PIU’ GIOVANE E GNOCCA DI TE!

Che poi… il fatto che la Moccy’s Mom, 8 mesi fa, mi abbia scelto puo’ voler dire:

  • O che io sono una specie di scuffia (=donna poco piacente).
  • O che lei era disperata e aveva troppo bisogno di smollare a qualcuno la creatura per pensare a problemi secondari.

Ed entrambe le opzioni direi che sono poco soddisfacenti!

CANDIDATA 3: LA FRANCESE TRES SHIC

Paese di Provenienza: Parigi, Francia

Segni particolari: “R” moscia e suoi derivati

Alla domanda “Quando il baby dorme, saresti disposta ad aiutarmi in casa?” lei ha:

  1. Sgranato gli occhi
  2. Fatto una smorfia che non sarei capace di riprodurre
  3. Detto: “Ma questo annuncio non era per una posizione di baby sitter?”

Che – diciamocelo – solo i nostri cugini francesi sono capaci di lamentarsi durante un colloquio con il datore di lavoro…

Mom:Troppo parigina per i miei gusti!”

Io mi astengo.

Risultato: SCARTATA

Non mi oppongo!

CANDIDATA 4: LA MAGGIORATA

Paese di Provenienza: Colombia

Segni particolari: Due tette enormi.

Mom: “Ma saranno vere??”

Io: “Si si … e’ costituzione non vedi? E’ paciarotta di suo ..”

Mom: “Ma come fa con quelle due tette a prendere in braccio Moccy?”

Io: “Mom, Moccy ne sarebbe solo che felice ”

Anche perche’, nonostante la giovanissima eta’, Moccy e’ pur sempre un maschio! E anche nelle sue vene scorre (ancora dormiente) il sangue dell’uomo bastardo … che prima o poi verra’ fuori. E’ genetica.

Risultato: TI FACCIAMO SAPERE

Sottotitoli: la Mom si riserva il diritto di vedere prima tutte le candidate e poi decidere!

Certo ci sara’ da ridere quando lunedi’ incontrera’ una mia amica colombiana … a cui ho fatto grande pubblicita’! Astenendomi pero’ dal sottolineare quanto fosse bella … 

Non pensavo fosse una discriminante.

Ingenua!

Quando vi capitera’ di risentire la storiella su “La solidarieta’ femminile” … adesso saprete che di fatto e’ una gran cazzata.

Perché noi siamo tante cose insieme, ma di certo non possiamo essere definite “solidali”.

Anzi spesso siamo più delle vipere che, all’occorrenza, sparano veleno mortale. 

E anche tu che leggendo starai pensando “Io non sono cosi’” …  sappi che magari non lo sei ancora stata … ma che presto o tardi … la vita ti fara’ mostrare agli altri per quella che sei: una STRONZETTA!

Come tutte noi!

Buongiorno Italia

Kisses

antonia

EKKA FESTIVAL BRISBANEImmagineImmagineImmagine