ImmagineBrisbane, 16 Giugno 2013

Caro lettore, ecco cosa succede se te ne stai spalmata su una delle infinite spiagge della Gold Coast, in una domenica mattina d’inverno.

Ovvero in una strana stagione che nel Queensland viene definita “Inverno” … ma che a te sa più di Estate … o di fine primavera al massimo.

Succede che, oltre a rosicare per il costume non indossato, cominci a scattare centinaia di foto e … a pensare.

Pensare ovviamente a cose inutili, stravaganti e bizzare.

Ecco quindi, una lista delle cose che mi sono passate in testa … ottimo materiale da strizza-cervelli!

  • Nella prossima vita voglio rinascere Australiana. Anche se il destino mi vorra’ bruco, formica o cane. Perche’ la verita’ e’ che gli australiani fanno una bella vita… E per quanto noi europei restiamo legati alla maestosita’ dei nostri posti, che innegabilmente trasudano di storia … down under la vita gira davvero in modo diverso. Come l’acqua che esce dai rubinetti. E non ci puoi fare nulla. Punto. Stiamoci. E’ cosi. E’ fisica. A queste latitudini accadono i miracoli: tipo The Dux che sorride felice o The Dux che mi cede la reflex e mi fa anche da modello … da non crederci!
  • Il lavoro fa male. Perche’ signori – diciamo la verita’ una volta per tutte – la cosa piu’ bella da fare … e’ semplicemente il non fare. E questa consapevolezza mi fa male … profondamente male … troppo male! \O/ Perche’ so che in realtà mi toccherà lavorare SEMPRE. Ma proprio sempre sempre eh. Non ho scampo. Come del resto molti di voi. In pochi hanno il culo di nascere … che ne so … in casa Armani o in casa Borromeo.
  • Vorrei morire …. o arenata come una balena su una spiaggia oppure bruciata … ma sempre su una spiaggia. Perche’ l’oceano, con i suoi colori e il suo profumo mi fa sentire “appropriata”. Non ho ancora ben capito a cosa … ma e’ gia’ un gran passo in avanti.
  • “Casa” e’ quel posto dove torno la sera e c’e’ The Dux che mi aspetta… (frase molto “Baci Perugina” … ma che rende bene l’idea)  Perche’ il dove e’ veramente poco rilevante. A dire il vero, per me “casa” e’ ogni posto dove ho trascorso piu’ di due notti. Ostello, Hotel … anche il mini caravan utilizzato lo scorso agosto per visitare il nord Queensland per me e’ stato “casa”… una reggia a dire il vero! E questo fa di me … ancora una volta un caso patologico da studiare.
  • Il mondo dovrebbe indire il “DIVIETO DI SCHIATTARE NELLA STESSA CITTA’ IN CUI SI E’ NATI”. Perche’ … chi non viaggia (per scelta o … perche’ purtroppo non puo’ farlo) si perde tante esperienze e troppe cose belle e interessanti da vedere e sperimentare.
  • I miei sogni hanno sempre il Trolley in mano… SOS Paolo Fox: ma che vor di’???
  • Che le cose belle … non sono soggettive … anzi sono MALEDETTAMENTE OGGETTIVE. E sentire in macchina una canzone … che parla italiano e che emoziona letteralmente tutti … perche’ nessuno ne puo’ negare l’infinita bellezza … mi ha fatto sentire anche terribilmente orgogliosa di essere italiana. Finalmente, no pasta, no pizza, no mandolino… just talento. Quello che ti fa venire la pelle d’oca.
  • Che gli stereotopi non hanno bandiera. Sono universali. Come le aspettative di chi arriva per la prima volta in Australia. Nell’ordine:
    • canguri che ti attraversano la strada facendoti l’occhiolino quando vai a scuola o a lavoro
    • koala aggrappati agli alberi che ti sorridono felici per farsi fotografare
    • serpenti e ragni come compagni di stanza (non graditi)
    • gnoccoloni biondi e abbronzati che fanno surf ovunque e vanno in giro con le loro tavole colorate
    • sole e caldo tutti i giorni

Ma gia’ dopo solo un mese down under capisci:

  • Che si e’ vero, in certe parti dell’Australia – tipo il nord Queensland – i canguri ci sono davvero … soprattutto morti (uccisi dalle macchine) ai lati delle strade. Poveri …
  • I koala se hai culo li vedi … ma ovviamente non in citta’. Ti devi spostare. In questo sono stata fortunata … in 6 mesi li ho gia’ visti tre volte. Ma onestamente non e’ siano proprio animali “socievoli” ecco … stanno li a dormire e farsi i cavolacci loro. Saranno carucci, ma sono tanto l’evoluzione terrestre del pesce rosso.
  • Ragni quanti ne vuoi … i meledetti stanno veramente ovunque. E sono velocissimi. Il tempo di levarti la ciavatta per ucciderli e loro sono gia’ spariti. Il capito serpenti … vorrei non affrontarlo. Vi basti sapere che – per fortuna – ne ho visto soltanto uno … un serpentello nero, lungo, sottile e probabilmente innocuo. Ma che e’ stato come  un cobra dai denti a sonaglie.
  • gli gnocchi ci sono e anche in abbondanza. Donne non e’ uno stereotipo!
  • Sole e caldo … bella cazzata cavolata!! La scorsa settimana sembrava di stare a Londra non a Brisbane. C’era quella pioggerellina leggera che ti penetra nelle ossa … che tu non te ne accorgi ma lei filtra … filtra e fa danni. E in piu’ anche una leggera nebbiolina, stile pianura padana.

Ma sempre in quella spiaggia li … oltre ad aver “pensato” (?!) … come vi dicevo ho anche scattato centinaia di foto …

Ne ho selezionato qualcuna, anche dei giorni scorsi. Spero vi piacciano.

Se avete voglia, mentre le guardate, aprite la pagina youtube a questo indirizzo … http://www.youtube.com/watch?v=RdTBml4oOZ8.

Sono certa che come me … non potrete che sentirvi orgogliosi.

Perche’ il bello e’ bello. Punto. 🙂

Buon giorno ITALIA

KISSES

Antonia 

… UN POSTO MERAVIGLIOSO CHE CHIAMO “CASA” … ImmagineImmagineImmagineUNA NAVE DA CROCIERA PASSATA PROPRIO VICINO CASA NOSTRAImmagineBRISBANE SPIATA DA LONTANO AL TRAMONTOImmagineImmagineGOLD COASTImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineTHE DUX … FELICE COME UN BAMBINOImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagine