ImmagineBrisbane, 11 Giugno 2013

Moccy’s MOM – “Antonia, sai baby ha la gastrointerite … please, stai attenta e fammi sapere se ha comportamenti “strani” 

Mi domando – innanzitutto – come problemi intestinali possano avere interferenze sui comportamenti della polpetta.

Capisco che l’argomento e’ troppo complesso da trattare.

Lei e’ pur sempre tedesca e io pur sempre italiana.

Lei e’ una yoga teacher io un analista funzionale.

Glisso e tremo.

Tutto cio’ succedeva ieri sera, intorno alle 7PM … dopo aver trascorso – spensierata – 4 ore col Moccy … che non mi ha risparmiato abbracci, baci e smocciolate ovunque…

A casa Moccy non si beve acqua, ne’ tantomeno Jasmine Tea … no si fanno ridenti aperitivi a base di “smocciolo” con ghiaccio e menta.

Una nuova bevanda.

Scopro poi che il pupo ha gia’ messo KO la povera Moccy’s amichetta di due anni e che il Moccy’s DAD … suda freddo.

PANICO

Domanda agli addetti ai lavori: “Ma la cazzo di gastrointerite si mischia?”

Se la risposta e’ si … NO WAY … la prossima vittima saro’ io.

BENVENUTA IPOCONDRIA.

Sento gia’ i sintomi. Li vedo pure. Ci posso chiacchierare.

Aggiungete poi un The Dux che stamattina si e’ svegliato in modalita’ “FERMATE-C’HO-IL CICLO”.

DISASTER. E’ la fine.

“Respira Anto Respira”

Quando The Dux ha le paturnie … e’ meglio non parlargli!

Va ignorato.

Lasciarto li’ a lugubrare senza interferire troppo.

Devi essere presente ma invisibile allo stesso tempo.

La mia audace tattica mi consente cosi’ di:

  • EVITARE MONOLOGHI ODIOSI. Perche’ di solito, in questi giorni, il nostro interagire consiste in me che parlo a raffica e in Lui che mi fissa con faccia attonita, facendo finta di ascoltarmi. Con la quasi certezza che nella sua testa passano pensieri del tipo “Ma questa chi e’?”
  • RISPARMIARMI UN VAFFA… NCINA . Perche’, se anche mi ascoltasse, la migliore risposta che potrebbe darmi e’ un elegante “Vai a cagare Ciccia”… a qualsivoglia domanda. Il topic e’ veramente poco rilevante.

Per cui in queste giornate nere, in cui mi guarda con quella faccia da “15-ORE-DI-GARE-AL-TINTORETTO” (*segue didascalia) … provo ad isolarmi!

Mi chiudo silenziosa (si fa per dire) in una capsula invisibile.

Come un pesce rosso dentro un acquario.

TOC TOC c’e’ qualcuno che ha voglia di parlare con me??…

Aggiungete poi il fattore paese straniero. In cui i pochi amici che hai tipicamente sono super busy come te.

Le tue uniche speranze sono Derrik – che pero’ va in giro come un matto alla ricerca di un nuovo lavoro – The Teach che ti racconta aneddoti strani sul suo mondo British e poi Lei Clotilde.

La bella made in Saint Tropez … che ha sempre qualcosa di interessante da raccontare.

E’ la mia Wonder Woman. Lei beve come una quasi-tesserata-degli-anonimi-alcolisti, Lei va ai party fighi tutte le sere, Lei e’ gnocca e giovane, Lei ha il tempo di curare la sua manicure, ma soprattutto Lei … cosa ancora piu’ importante … mi sta anche terribilmente simpatica.

E poco importa se Lei e’ francese e io italiana, se Lei posta photo di shooting mentre io posto photo di pasta alla carbonara … noi ci stiamo simpatiche!

Lei e’ un po’ la mia sorella minore.

19 anni di freschezza e fantasia.

Ma a parte il cazzeggiare con CLO, anche quando dovremmo fare altro … tipo studiare, in questi giorni di isolamento comincio a pensare a cose, spesso inutili, che mi tengono la testa occupata.

Oggi, ad esempio, mi sono intrattenuta con il pungente rompicapo di cosa vorrei fare prima di “svegliarmi una mattina sotto un cipresso” (cit. di S. una mia geniale collega di PM).

Ecco quindi la mia wishing list.

La lista dei miei 10 banali ed effimeri desideri da realizzare prima di schiattare:

  1. Vivere in una citta’ tra Londra, New York e Shanghai. Perche’ si dai … in fondo mi sento piu’ tipa da cemento, smog e polvere sottili che … da spazi aperti e incontaminati.
  2. Avere l’addome scolpito. E questo piu’ che un sogno, rientra nella categoria MIRACOLO. No way.
  3. Parlare una seconda lingua dopo l’inglese. Tipo che ne so … il mandarino (?!). Se vabbe’. Facciamo spagnolo o francese, che e’ meglio. “Sii realista Antonia, please”
  4. Scoprire di avere una passione travolgente da inseguire. Una a caso. Una solamente. E che cavolo, alcuni ti parlano di scultura, pittura e scrittura creativa … tutto insieme … che tu ti senti una specie di demente da file excel a confronto. Anzi no, meglio, tu ti senti esattamente quello che sei … un prevedibile e noioso ingegnere.
  5. Ottenere una promozione in qualsivoglia settore lavorativo. Perche’ dopo il mio 110 e lode all’Universita’ l’unico modo di ottenere una “promozione” (ovvero una gratificazione professionale) e’ stato cambiare azienda su azienda. Ecco, mi piacerebbe invece avere una PROMOZIONE VERA. Di quelle con annessa pacca sulla spalla e e-mail formale.
  6. Fare il giro del Sud America assieme a The Dux. Mangiando carne argentina e ballando salsa, merenghe e baciata a gogo’ …
  7. Fare un viaggio con la mia amica Marzia. Un viaggio al femminile. Noi due da sole. Magari in un bel posto di mare. Senza pensare a niente. Noi … il sole … la spiaggia … un mojito … pantaloni di lino … e tante risate.
  8. Eliminare il crespo dei miei maledettissimi capelli. Confido quindi nelle ricerche di L’OREAL, PANTENE, FRUCTIS, e chi piu’ ne ha piu’ ne metta.
  9. Partorire un’idea geniale che mi consenta di creare un mio Business. Anche questo punto – inutile dirlo – rientra nella categoria SOS-MIRACOLO.
  10. Combattere e vincere il The Dux in modalita’ PATURNIA FREE. Perche’ un The Dux senza ciclo e’ un The Dux felice. E un The Dux felice fa di ME … una ME al settimo cielo.

E voi che sogni avete? 😀

Buongiorno Italia

Kisses

Antonia

(*) se non capisci cosa significa … sei fortunato. Sinteticamente, e’ la faccia di chi ha spalato merda per un giorno intero facendo cose poco interessanti, poco utili per la propria carriera/esistenza e soprattutto cose che non interessano a nessuno. Manco a chi ti ha chiesto di farle. 

ImmagineImmagine