Immagine

Brisbane, 19 Maggio 2013

La vita e’ fatta di buone ragioni. In fondo ve ne e’ una per tutto cio’ che facciamo e pensiamo.

E non stento a credere che esista piu’ di una buona ragione che faccia di me e Moccy al parco dei tipi … come dire … ALTERNATIVI (?)

Molto probabilmente, siamo considerati “QUELLI DIVERSI STRANI di Gordon Park.

Ecco alcuni semplici motivi …

FASHION

Premessa importante: Moccy nasce da mamma tedesca e papa’ indiano. Probabilmente il suo DNA non gli consentira’ mai diventerare un’icona fashion.

Anzi, realisticamente e nella migliore delle ipotesi … tendera’ piu’ ad una Birkenstock che ad una Sergio Rossi.

Immaginate quindi una neo mamma tedesca – completamente disorientata – e assolutamente lontana dal cliche’ di persona precisa e affidabile che il mondo attribuisce a questo popolo. (PER FORTUNA, AGGIUNGEREI!!)

La Mom in questione, nelle sue giornate migliori, perde le sue chiavi e il suo telefonino più o meno una decina di volte, nelle peggiori, dimentica anche di comprare il latte di Moccy.

E Moccy ha meno di 7 mesi.

Tutto cio’ fa di me – la non mamma per definizione – l’unica affidabile di Rose Lane Rd. E ho detto tutto.

Ecco, immaginate questa mamma moccy che compra stock di pantaloni per il suo baby (piu’ o meno una volta ogni 3 mesi) … ignorando completamente temi “impegnativi” come la normale crescita del suo bambino.

Cio’ fa si che la polpetta vesta:

  • Pantaloni da pagliaccio enormi il primo mese … talmente grandi che vanno giu’ anche con pannolino (USATO) incluso.
  • Pantaloni con vestibilita’ semi normale per 15 giorni.
  • Pinocchietti per circa un mese
  • Pantalonicini aderenti per gli ultimi 15 giorni … talmente aderenti che quando devi cambiare il pannolino vorresti tagliarli quei cazzo di simpatici pantaloncini.

Prendete poi la disadattata baby sitter italiana, arrivata nel paese con una valigia di soli 23 kg. Convinta che nel Queensland fosse sempre estate e che invece sta sperimentando che forse una cacchio di giacchettina andava portata.

Ecco, immaginatela sempre con la solite tre magliette, i soliti leggins (che – causa lavaggi frequenti – si stanno sciogliendo … sembrando dei collant piu’ che dei pantaloni) e poi immaginate una giacca di pile blu elettrico taglia XL di Kathmandu … gentilmente datami in prestito dalla mia host per ripararmi un po’ …

  • Vestitino? Giacca di pile blu elettrico
  • Pantaloncino? Giacca di Pile blu elettrico
  • Camicietta passabile? Giacca blu elettrico
  • ….

Donne la giacca PILE BLU ELETTRICO e’ il nuovo MUST HAVE!!

Mettete poi una piastra per capelli lasciata a casa per evidente mancanza di spazio.

E otterrete l’orrore perfetto.

LA COTONATA BABY SITTER GIPSY E IL BAMBINO DAI VESTITI PITTORESCHI.

MAGIC MUSIC

Io e Moccy passeremo alla storia per aver fatto pubblicita’ al prodotto peggiore della discografia mondiale.

Una strana, orrenda canzoncina che esce fuori da un altrettanto orrendo bruco verde che si attacca ai passeggini.

Avete presente quel sound che si sente alle feste di paese dove ci sono le giostre?

Quel suono non suono, quelle note stonate messe insieme ma mai in armonia … che creano quella strana sensazione di caos e bancarella.

Ecco … sto parlando proprio di quella “musichetta”.

Quasi da film dell’orrore. Che per motivi ancora indecifrabili ipnotizza Moccy.

Potrebbe trascorrere 3 ore senza fiatare ad ascoltare quella “cosa”.

E siccome un MOCCI ZITTO, CHE NON PIANGE E DISTURBA … E’ UN MOCCI BELLO … anche una musichetta di merda ha il diritto di diventare la “MAGIC MUSIC”.

Ed eccoci – noi due – che lasciamo casa alle 3.40pm a giorni alterni: direzione parco.

 LA GIOSTRA AMBULANTE DI ROSE LANE RD.

ANDAMENTO LENTO

Le mamme australiane sono l’ultima frontiera della mamma gnocca, aitante e sportiva.

  • Loro lavorano.
  • Loro hanno minimo 3 figli.
  • Loro hanno cosce e culi sodi.
  • Loro sono bionde.
  • Loro sono lisce e non hanno mai un ciuffo crespo (nemmeno dopo 4 ore di sport).
  • Il loro make up non si scioglie al sole.
  • E i loro smalti non sono mai mangiati.
  • Non sudano, o se lo fanno il loro sudore e’ invisibile.

SONO PERFETTE … E IO HO DECISO CHE LE ODIO.  Mi auguro almeno – per giustizia divina – che puzzino.

Ecco immaginatele loro – le YUMMY MUMMY – che spingono passeggini – talvolta anche doppi:

  • Camminando, ma con un passo velocissimo (e se considerate che le loro cosce sono il doppio della mia … capirete lo stacco che mi lasciano) –> versione mamma/barbie decisa
  • Correndo come delle dannate –> versione mamma/barbie ossessionata dallo sport
  • Oppure … PEZZO FORTE … PATTINANDO COI ROLLERBLADE AI PIEDI …. –> versione mamma/barbie completamente fuori di testa (non ci potevo credere!! per fortuna non esistono tanti esemplari di questa specie)

In questo scenario a tratti apocalittico – ci siamo noi.

MOCCY E IO … CHE CI MUOVIAMO SEGUENDO IL RITMO STONATO DELLA MAGIC MUSIC.

NOI CHE CREIAMO LE CODE AL PARCO COME SUL GRANDE RACCORDO ANULARE.

CIBO

Le yummy mummy al parco non mangiano.

Credo che in realta’ non mangino neppure nella vita.

Sono autoconsistenti.

Per i loro figli il cibo al parco e’ bandito. Solo poche volte ho visto qualche bimbo mangiare da una di quelle scatolette da finger food “troppo figo”.

Moccy e io nella fascia oraria 3.40-5.00 pm abbiamo sempre fame… anzi, diciamola tutta, siamo affamati.

Io sono appena uscita da scuola e di solito sgranocchio cose salutari tipo il Bounty … (cocco=frutta=buono=cibo non da ciccioni? Funziona? :D) oppure un TIM TAM (cioccolato australiano che ti fa ingrassare solo dall’odore).

Moccy beve latte. E siccome non riesco a guidare il passeggino e tenergli la bottiglia in verticale, ho deciso di farlo diventare uomo.

Lascio a lui la bottiglia. Ma moccy, ancora piu’ pigro di me … visto che a sua volta si rompe le palle a tenerla con le mani (anche se sa farlo … e’ troppa fatica), si limita a tenerla ferma con le gengive …

Tutto cio’ fin quando non sente la necessita’ di prendere fiato … a quel punto la sputa.

Ed eccoci qui noi, tipi da circo.

LUI CON UNA BOTTIGLIA SPARATA IN FACCIA E IO LA CRESPA GIPSY CHE MANGIA CIOCCOLATA. 

Per le yummy mummy potrei tranquillamente essere la mamma immigrata depressa,  abbandonata – per ovvi motivi – dal suo uomo

(che ha scelto di stare con una barbie bionda a caso)

EMISSIONE GAS

La faccio breve. Brevissima.

Moccy fa un sacco di scoreggie. Le fa a tutte le ore del giorno e della notte in vero.

Ma le fa anche e soprattutto quando si nutre … e cioe’ al parco.

Una ciucciata di MOCCY MILK … UNA PUZZETTA. Un binomio inscindibile.

E la sua emissione di gas nell’ambiente non e’ silenziosa.

No, e’ terribilmente rumorosa.

Talmente rumorosa, che le persone che ci passano accanto non guardano lui … ma me … pensado che la colpevole sia io …

VITA SOCIALE

Come potrete immaginare, io e mocci non abbiamo una grossa vita sociale  in quel di Gordon Park.

Sara’ il nostro look contro tendenza, sara’ la nostra musica da bancarella di pane-salsiccia e peperoni, saranno le nostre bocche perennemente occupate da latte e/o cibo spazzatura. Sara’ il nostro ingombrare la strada … saranno i rumori/odori che si disperdono nell’aria al nostro passaggio.

Sara’ poi il nostro insano rapporto come le yummy mammy maledette.

A proposito, ho un APPELLO

CARA BARBIE MAMMY se chiedo a tua figlia di meno di un anno: “ciao bella bimba, come ti chiami?” … non mi aspetto che sia lei … sdentata e senza capelli a darmi una risposta. 

FIRMATO: LA RIVOLTA DELLE BABY SITTER

AMEN

KISSES FROM AUSTRALIA

Antonia

PS: di seguito, foto scattate oggi in CLEVELAND, un meraviglioso posticino sul mare a soli 30 minuti da Brissie.

Un cielo senza una nuvola, una temperatura perfetta, un fish&chips buonissimo e una bella compagnia.

Sono per giornate come quella di oggi che adoro essere in Australia.

Per la sensazione di immensa liberta’. 😀

Ancora una volta … una buona ragione per venirmi a trovare!

Che aspettate quindi? L’Australia vi aspetta … ricercate subito i vostri biglietti aerei su Expedia!

THE LIGHTHOUSEImmagineL’OCEANO E MORETON ISLAND IN LONTANANZAImmagineImmagineUN ALBERO UN PO’ AFFOLLATOImmagineFISH&CHIPS CHE PASSIONEImmagineImmagineNO, NON SI STAVA MALACCIO OGGI: PERFECT DAY!!ImmagineIO E I MIEI CAPELLI DI MERDA!

AVETE CONSIGLI (CHE NON SIANO RAPARMI A ZERO)?ImmagineImmagineRIENTRANDO A CASA …Immagine