Immagine

Ferma ad aspettare il pulman che ogni giorno mi porta dalla city al posto in cui lavoro … mi sono resa conto – guardando il mio orologio – che sono quasi passati 4 mesi da quando ho lasciato l’Italia!

La domanda che spesso mi viene fatta e’ se il mio paese mi manca …

Questi mesi sono volati, quasi non mi sembra possibile che sia già’ trascorso tutto questo tempo … le mie giornate vanno velocissime e tutto e’ intenso.

Forse e’ per questo che non soffro di nostalgia … le persone care mi mancano ma la mia testa e’ completamente libera. Tra alti e bassi posso dire di essere FELICE …

Perche’ tra “alti e bassi” vi chiederete?

Be’ semplice …non credete a chi vi dice che trasferirvi all’estero e’ una passeggiata di salute … sono tutte cazzate!

Andare all’estero, in un paese lontano e diverso da quello di provenienza significa rimboccarsi le maniche… significa lavorare con la mente e con le mani: lavorare sodo!

I primi periodi alle nove di sera ero distrutta: la mia mente si chiudeva e si rifiutava di comunicare con il mondo … tanta era la stanchezza 🙂

E si perche’ comunicare per 24 ore in una lingua che non e’ tua … non e’ facile per niente!

Ma poi, giorno per giorno le cose migliorano

E … non c’e’ un giorno … un istante … in cui mi sia pentita della scelta fatta!

Il mio motto in questi mesi e’ stato “mani occupate e mente libera”  … non aveva granché’ senso per me … venire fin qua per fare le stesse cose che facevo a Roma!

E devo dire che il mio stile di vita funziona! Seguo le esigenze del mio corpo:

  • se ho fame mangio
  • se sono stanca mi fermo
  • se ho voglia di fare qualcosa la faccio

Niente costrizioni

Mi sento libera, libera davvero

Buona notte Italia …

KISSES

Antonia